giovedì 10 settembre 2015

animali da compagnia - IL CINCILLA'

un tempo apprezzato per la sua soffice e costosa pelliccia per fortuna oggi è protetto e sermpre più diffuso  nelle nostre case  e adatto ai bambini

carta d'identità

nome scientifico  chinchilla laniger
famiglia  cincillidi
origine  regioni montagnose  e aride del versante occidentale delle Ande
taglia raggiunge i 26 centimetri  la coda 18
peso le femmine adulte pesano tra i 500 e i 600g  i maschi sono un po' più piccoli  e non superano il mezzo chilo
longevità vive in media una quindicina di anno arriva fino a venti

anche se ora è rigorosamente protetto grazie alla convenzione di Washington la bellezza del suo mantello  ha fatto sì che in passato  fosse oggetto di caccia spietata oggi sopravvive allo stato naturale nella zona nord est del Cile  in colonie  di pochi esemplari e a notevole altitudine
fortunatamente la cacca a questi esemplari  non è quasi più praticata  perché a causa dell'alimentazione e del continuo sfregamento sulle rocce la loro pelliccia è condsiderata meno preziosa
di quella dei soggetti di allevamento
in cattività ne sono state selezionate numerose  mutazioni  di colore  il colore del cincillà selvatico è  grigio standard mentre i tre principali colori  dominanti  il cui gene prevale su tipo standard sono
il bianco Wilson
il Tower beige e il black velvet  o gunning black  i tre colori recessivi più comuni sono ebano  charcoal zaffiro violetto

prendiamo il nostro amico sulla base della coda aiutandoci con l'altra mano a sostenere la bestiola sotto il ventre 
in genere una volta collocato sull'avambraccio  il cincillà rimane tranquillo  ma è bene tenerlo saldamente  altrimenti con un balzo improvviso potrebbe  cadere a terra e farsi male 
se lo afferrassimo  per la collottola  o in altre parti del tronco  invece potrebbe lasciarci un pugno di peli  in mano perché li perde  con estrema facilità e senza sentire dolore
si tratta di un meccanismo di difesa per sfuggire ai predatori

crepuscolare e notturno  di giorno pur restando vigile preferisce sonnecchiare 
la vista è poco sviluppata  ma udito e odorato sono talmente sensibili  da consentirgli di  muoversi anche al buio  quasi assoluto 
si spaventa per i movimenti  bruschi i rumori improvvisi  ma non morde quasi mai  e se lo fa è più per curiosità
quando qualcuno armeggia nella gabbia  per la pulizia e la manutenzione i cincillà accorrono sempre a curiosare e se si cerca di allontanarli  magari per  lavorare più comodi  si rifanno sotto senza timore
si addomesticano facilmente  e riconoscono chi li accudisce e vuol loro bene
detestano l'umidità e richiedono un clima secco 
la temperatura ideale  è compresa tra i 10° e i 23 à comunque non dovrebbe scendere sotto lo zero o superare i 32°

nel suo habitat originario  l'arida Cordigliera della Ande  si nutre principalmente d  erbe secche e cactus 
in cattività  il suo cibo di base è costituito da fieno  nella misura di un'abbondante manciata al giorno  somministrata possibilmente al mattino  e da 30 g di granaglie macinate addizionate  con sali minerali e vitamine speciali  da dare la sera
questi pellet speciali sono facilmente reperibili 
come dolcetto mangiano frutta secca  frutta fresca  mele carote 
è un roditore molto sensibile alle infezioni gastointestinali  naturalmente anche l'acqua è importante  un cincillà adulto ne beve 40 ml al giorno

il cincillà fa la toeletta in un modo particolare  non ama fare il bagno  e preferisce rotolarsi nella sabbia sbarazzandosi di parassiti  e rinnovando la lucentezza del pelo  per questo è bene lasciare a disposizione molta sabbi nella lettiera tipo quella per gatti a bordi alti la sabbia deve essere quella adatta a cincillà

rispetto agli altri roditori il cincillà matura tardi
non può accoppiarsi  prima dell'ottavo mese  di vita  ed è meglio aspettare 1 anno
la gestazione dura 110 giorni 
possono nascere da 1 a 6 cuccioli  di peso tra i 25 e 50 g
il cui allattamento dura  45 60 giorni
in pratica  tra una nidiata e l'altra trascorrono 6 mesi
le nascite avvengono in primavera e in estate 

Nessun commento:

Posta un commento