venerdì 19 giugno 2015

DOSSIER CANI - CUCCIOLO COMPORTAMENTO

EDUCARE ALL'INDIPENDENZA

LA FASE DI SOCIALIZZAZIONE TRA LE 3/4 SETTIMANE  E' UN MOMENTO CRUCIALE PER ABITUARE IL CUCCIOLO A STARE DA SOLO

l'ansia da separazione è un disturbo che si caratterizza in una serie di sintomi  ansiosi che il cane  mette in atto  quando si trova da solo  o è lontano dal suo proprietario o dal gruppo sociale 
il cane con questo problema può abbaiare ululare piagnucolare  distruggere sporcare in casa quando rimane solo
la sintomatologia può essere anche più varia  può arrivare a leccarsi  o  mordicchiarsi insistentemente  fino a ferirsi  e nei casi più gravi può procurarsi notevoli  danni nel tentativo di fuggire dal luogo in cui è tenuto

fattori di rischio

esistono fattori di rischio che predispongono allo sviluppo dell'ansia  da separazione come :
attaccamento  patologico al proprietario
le esperienze negative vissute dal cuccioli in età precoce
le esperienze traumatiche  vissute quando il cane era da solo
il distaccamento precoce dalla madre
i cambiamenti a livello familiare  e il trasferimento in un'altra famiglia
inoltre potrebbe essere presente una predisposizione genetica in quanto le diverse razze sono state selezionate per  avere dei soggetti socialmente indipendenti dall'essere umano
l'ansia da separazione non ha limiti di età e spesso si presenta in soggetti molto giovani  e anche nei cuccioli

attaccamento eccessivo

si è vista una maggior frequenza dell'ansia  da separazione nei cani provenienti dal canile o dai trovatelli nei quali le esperienze  passate possono sicuramente aver giocato un ruolo fondamentale  si è soprattutto notato  che il problema si accentua nei cani  che manifestano un attaccamento eccessivo al proprietario quelli cioè che tendono a seguirlo  ovunque e stargli sempre addosso  e che sono invitati o sostenuti nel farlo dai proprietari  stessi
per questo motivo  è molto importante abituare il cucciolo fin da subito ad una certa indipendenza  e autonomia

nuovi legami da creare

quando un cucciolo arriva a casa per lui è tutto nuovo  e sconosciuto per questo sviluppa dei nuovi legami  di attaccamento  con i proprietari che diventano  il suo punto di riferimento 
questo attaccamento  è normale e necessario
ma non deve raggiungere dei  livelli tali per cui i cucciolo risulti  totalmente dipendente dal proprietario 
innanzitutto occorre considerare che tutti i comportamenti  (corretti o scorretti) che il cucciolo mette in atto  e che vengono  premiati (per premio si intende solo un'attenzione del proprietario) tenderanno a ripetersi

la cuccia un rifugio sicuro

E' bene dedicare al cucciolo una zona circoscritta della casa dove posizionare la cuccia le ciotole i giochi 
questo luogo deve essere  visto dal cucciolo come il posto più bello  dove stare
per farglielo  apprezzare maggiormente è importante cercare di concentrare qui le attenzioni i momenti di gioco  che si dedicano a lui
E' bene abituarlo  fin  dalla prima notte a rimanere da solo in questa zona
per attenuare il senso di solitudine lasciamogli nella cuccia una borsa dell'acqua calda e una svegli a(questo  ricorderà al cucciolo  il calore e il battito della mamma
la cuccia deve essere  un punto di riferimento non un luogo dove viene messo in punizione  ma rappresenti un posto gradito dove poter stare tranquillo

non rinforzare i cattivi comportamenti

proprio  ogni comportamento  che viene rinforzato tende a ripetersi  ogni volta che il cucciolo  piange  o abbaia bisogna evitare di consolarlo piuttosto è necessario ignorarlo  completamente
però appena il cucciolo si mette tranquillo  è importante andare da lui e gratificarlo  con una coccola

educare per gradi

è fondamentale  cercare di insegnare al cucciolo che ogni tanto deve stare per conto suo anche durante il giorno in presenza del proprietario 
l'abitudine a stare solo deve essere introdotta in modo graduale e comincia  proprio  con l'evitare di guardare  continuamente il cane  e di rispondere a tutte le richieste  di attenzione
più volte al giorno  è utile chiudere la porta della stanza dove si trova il cucciolo 
per  riaprirla  quando è tranquillo  o lasciarla chiusa se si agita e piange infatti se apriamo la porta nei momenti  in cui il cucciolo si lamenta non faremo  altro che dargli un premio  per essersi agitato 
piuttosto e dovesse  piangere si può  aspettare ad  aprirgli al porta fino a quando smette e nel momento in cui fa un pianto  e l'altro 
se invece il cucciolo  rimane tranquillo  quando si riapre la porta è importante premiarlo 
e non deve seguirci ovunque
una volta che il cucciolo si è ambientato bisogna abituarlo gradatamente a  rimanere da solo  prima pochi minuti  prima di uscire non dobbiamo  dargli troppe attenzioni 


Nessun commento:

Posta un commento